Agricoltura in acqua salata

Nei prossimi anni sembra essere ormai cosa certa, che arriverà a scarseggiare l’acqua dolce. Questo bene che oggi ci sembra inesauribile, diventerà fra i più preziosi in assoluto. Nell’area mediterranea si avvertirà forse anche prima che altrove, considerando anche la desertificazione già in atto in alcune aree del nostro bacino. Due ricercatori, Jelte Rozema e Timothy Flowers, hanno pubblicato uno studio sull’agricoltura in acqua salata. I primi risultati non sono stati troppo positivi, ma probabilmente perché la resistenza alla salinità non è legata a un solo gene, ma a una combinazione di diversi. I ricercatori però sono convinti che questa potrebbe essere la giusta strada da seguire per combattere la futura scarsità di acqua dolce. Dopo tutto,secondo i due, tutte le piante hanno avuto origine nell’ambiente marino e dovrebbe essere possibile selezionare varietà capaci di riadattarsi all’ambiente marino, o almeno salmastro. Ora siamo solo agli inizi, ma questa attualissima ricerca, tornerà di sicuro a proporsi come soluzione a quello che sembra il più drammatico problema del nostro futuro.

Lascia un commento