Cambiare gestore adsl sarà più facile

La banda larga nelle case degli Italiani si è diffusa molto più in fretta di quanto non sia stata regolamentata. Sembra in arrivo una importante novità che dovrebbe favorire la concorrenza e quindi il calo dei costi per noi utenti. Vedendo altri operatori applicare invitanti tariffe sui lori contratti, sono spesso invogliato a cambiare gestore, ma le esperienze raccontatemi da amici o conoscenti mi hanno sempre fatto desistere. Nel cambio la maggior parte rimane isolata, nella migliore delle ipotesi, per due o tre settimane. Troppo spesso altri problemi insorgono facendo davvero dubitare che si tratti di sfortuna ma piuttosto di malizia dell’operatore abbandonato. Ora c’è la portabilità della banda, cioè il nuovo gestore dovrebbe accordarsi col vecchio e non lasciare praticamente mai scollegato l’utente se non per poche ore. Il cambio dovrebbe avvenire entro trenta giorni dalla richiesta contro i tempi biblici a cui siamo abituati. L’ agcom ha anche previsto che nelle pubblicità debbano venire indicate anche le velocità minime garantite e non solo quelle massime teoriche che solo una strettissima minoranza riesce a sfruttare. Con dati pubblicitari più chiari e passaggi da operatore ad un altro più veloci, forse finalmente avremo la banda larga che fa per noi.

Da hwgadget

Lascia un commento