Vigili in borghese

Leggevo sul quotidiano della mia città che sono iniziati da un po’ i controlli da parte di agenti in borghese, in cerca di automobilisti che usano il cellulare alla guida. A parte che l’articolo vantava le “già 26 le infrazioni” effettuate nell’ultimo mese mentre io nel nel breve tratto di strada che faccio per portare i miei bimbi a scuola potrei battere il “primato” in un paio di giorni,

Leggi tuttoVigili in borghese

L’immigrazione mi fa paura

L’argomento è scottante , attualissimo e sta imperversando un po’ ovunque. Non voglio fare polemica su immigrati e tutto quello che ci gira intorno, ma quello che volevo evidenziare è come la gente sta cambiando in questo periodo storico. Fino a qualche tempo fa mi capitava di confrontarmi con amici o persone, che spesso hanno una visione delle cose diversa dalla mia, su questo tema.

Leggi tuttoL’immigrazione mi fa paura

Rotonde queste sconosciute

Nella mia città ci sono veramente un sacco di rotonde. Nei vari post nei gruppi di Facebook leggo spesso gente che si lamenta dei guidatori che non sanno fare ad affrontare le rotonde in auto e postano quasi tutti foto come quella qui riportata. Il problema principale è per la macchina che deve passare la rotonda tenendo la stessa direzione, ossia andare dritto.

Leggi tuttoRotonde queste sconosciute

Maestra come massima autorità

La scorsa settimana mi è capitato, mentre seguivo i compiti del mio nano che è in seconda elementare, una cosa curiosa. Stavamo studiando il “calendario”: giorni, mesi, stagioni e le varie date, quando l’erede mi dice di essere nato il giorno 14. Io lo blocco subito e gli dico che ha sbagliato giorno, di poco ma è sbagliato. Lui un po’ indispettito va a controllare sul quaderno e dice di essere sicuro, glielo ha detto la maestra!

Io allora gli faccio presente che sono sicuro ma nulla, la maestra gli ha detto che lui è nato il 14 e non c’è verso di convincerlo. Non ho insistito per non arenarci su una cosa così secondaria ai fini dei compiti e per non sminuire l’autorità della maestra.

Leggi tuttoMaestra come massima autorità

Addio Suzuki Maruti

Tutti quelli che mi conoscono personalmente, sanno che per le auto non faccio proprio una passione. Giro (molto poco) con una Suzuki Maruti da diversi anni e ne sono proprio soddisfatto. L’estetica e le prestazioni non sono sicuramente il suo punto di forza, e neppure la comodità a dire il vero. Ma in una decina d’anni malgrado non abbia mai dormito in garage, non sono mai rimasto a piedi.

Malgrado abbia compiuto 18 anni ha accumulato solo 45000 Km e quando si sono presentati i primi acciacchi dovuti all’età, invece di demolirla come suggeritomi da amici e conoscenti, ho deciso di provare a venderla.

Leggi tuttoAddio Suzuki Maruti