Elettrosmog dai gadget tecnologici

di Michele Ferrara, 14 giugno 2009 09:37

Col tempo si sa che le varie tecnologie si miniaturizzano, mantenendo o aumentando le proprie prestazioni. La miniaturizzazione dei circuiti elettronici però, ha reso le nostre tecnologie anche più sensibili alle interferenze elettromagnetiche. Disturbi provenienti dall’esterno ma anche generati dagli apparati stessi. Thomas Mager dell’istituto di ricerca tedesco sui sistemi di nanoelettronica, ricorda che solo qualche anno fa occorrevano parecchi volt per destabilizzare un processore. Oggi potrebbero bastare qualche decimo di volt per distruggere un transistor. Per questo diversi progetti mirano a individuare e proteggere le vulnerabilità dei piccoli apparecchi elettronici già a partire dalla fase di progettazione. Presto o tardi potrebbe anche nascere un marchio che certifica il basso impatto elettromagnetico dei nostri gadget futuri.

Share

Lascia un commento

Panorama Theme by Themocracy