Fratelli così diversi

Ho due bimbi che ad oggi hanno 5 e 7 anni. Mi ha sempre impressionato la loro diversità in praticamente tutto. Nell’aspetto fisico, ci sta. Uno capelli ricci e l’altro lisci per esempio ma qualsiasi cosa: uno ha preso caratteristiche fisiche della mamma e l’atro (più sfigato) da me. Ma quella è genetica e arrivo a capirlo meglio. Pure i gusti sui cibi e sulle preferenze dei cartoni sono praticamente opposti. Le condizioni ambientali e di educazione sono chiaramente uguali ma nonostante ciò anche come emotività, paure, attitudini e qualsiasi altra cosa, uno è opposto all’altro. Certe volte penso che lo facciano apposta, non per sfancularmi ovviamente, ma per crearsi una, passatemi il termine,  proprià identità sociale. Un qualcosa che possa differenziarsi dall’altro. Quando servo un piatto per loro nuovo a tavola, il primo lo assaggia mentre l’altro aspetta a vedere se piace o meno al fratello, poi decide se gli va bene oppure no. Parlando con altri genitori poi scopro che quasi la totalità dei fratelli o sorelle sono così diversi tra di loro che mi conforta da un lato ma mi disorienta dall’altro. Mi piace pensare che crescendo avranno qualcosa che li accomuna, qualche passione comune che li faccia “legare” tra di loro. Per ora solo i dolci (ma neanche tutti) sono riusciti nell’impresa…

Lascia un commento