Gli orti urbani

Il numero delle persone che vive nelle città è in costante aumento. Nel 2007, nell’intero pianeta, il numero di quelli che vivevano in città ha eguagliato quello degli abitanti delle zone rurali. Nel 2030 si calcola che saranno i due terzi ad occupare i centri urbani. Negli ultimi anni però sta diventando sempre più diffuso il fenomeno degli orti urbani. Dai terrazzi ai giardini, sono sempre di più le persone che si ricavano un po’ di spazio per coltivare ortaggi. Una sorta di mini campagna dentro la città, un po’ per svago, un po’ per spirito ambientalista. Una sorta di hobby che vede un confine non troppo definito tra produzione ed estetica, tra giardino ed orto. Capita così di vedere piante ornamentali tra pomodori e insalata in un orto che non ha troppe pretese di produzione. Per ottimizzare gli spazi hanno sempre più mercato gli ortaggi nani che permettono di avere più varietà anche con poco terreno disponibile. E’ curioso come con la tendenza delle persone a migrare in città, ci sia la voglia di ricrearsi un angolo di campagna.

Lascia un commento