I consumi del televisore

Nella scelta di acquisto di un nuovo televisore è sempre più influente il suo consumo energetico. Siamo diventati tutti più ecologisti, soprattutto se l’impatto ambientale, e quindi consumi energetici, si traducono in risparmio economico. Pochi acquirenti sono interessati a sapere se i materiali che compongono il televisore sono facilmente riciclabili oppure no. A pochi interessa sapere che un vecchio tubo catodico contiene in media 3,5 kg di piombo, o che quelli al plasma ne contengono anch’essi e che quelli LCD hanno il mercurio all’interno. Se invece si parla di consumi specifici o in stand by, sono tutti un po’ più attenti. Così la tecnologia LCD ha superato quella al plasma, infatti questi ultimi consumano dai 0,35 ai 0,46 watt per pollice quadrato contro gli 0,16 dei più virtuosi LCD. Considerando un utilizzo della televisione di 4 ore giornaliere e di 20 in stand by, il costo dell’uso variano da meno di 15 euro fino a 115 euro l’anno. Un buon televisore sta diventando sempre più un investimento economico velocemente ammortizzabile.

Lascia un commento