Il cellulare in bianco e nero

L’evoluzione dei cellulari di questi anni è velocissima, nei più moderni troviamo integrati navigatori satellitari, lettori audio video, fotocamere e giochi di ogni tipo. Hanno manuali d’uso che sembrano testi scolastici e prezzi che facilmente superano le centinaia di euro. Ma c’è una fascia di mercato in crescita che si orienta invece sui cellulari “in bianco e nero”. La semplicità è l’elemento fondamentale per questo tipo di utenti che fanno telefonate e scrivono SMS, ma nulla di più. Dimensione e peso sono comunque da valutare, e non deve mancare la vibrazione, optional ormai essenziale anche su questi modelli “base”. Il display monocromatico è più leggibile in caso di forte illuminazione e rispetto a quello a colori consuma molto meno la batteria. Non ultimo il vantaggio del basso costo, con poche decine di euro infatti, si può comprare un nuovo cellulare in bianco e nero. La semplicità sembra proprio essere tornata di moda.

Un commento su “Il cellulare in bianco e nero

  1. beh, io non so se è tornata di moda la semplicità, ma lo possiedo e ne sono felice! la batteria è infinità, è resistente, fa esattamente quello che deve fare in maniera egregia e non si ha la paranoia di romperlo…. lo AMO 🙂
    chissà: forsa la gente si è stancata di possedere un manufatto del quale non sfrutta nemmeno un quinto delle potenzialità e che ha pagato come una rata del mutuo… non credo ma spero sia così.

Lascia un commento