Il Parlamento Europeo vuole pubblicità chiare

Il Parlamento Europeo è in lotta contro le case automobilistiche. I malumori sono nati quando, con una risoluzione parlamentare, si è proposto di regolamentare le pubblicità delle auto. Per contribuire alla lotta globale dell’effetto serra e dell’inquinamento in genere, si vuole imporre di dedicare almeno il 20% del tempo degli spot pubblicitari alla chiara esposizione dei consumi e delle emissioni. Si vogliono ridurre le esaltazioni delle megapotenze e delle folli prestazioni per dare spazio alle descrizioni di quanti chilometri si possono percorrere con un litro di carburante e quanti grammi di CO2 si emettono per ogni chilometro percorso. Le case automobilistiche si sono subito opposte e hanno minacciato di togliere grosse quote economiche ai media togliendo la loro pubblicità. Ma visto che la risoluzione parlamentare rischia di concretizzarsi in legge futura, qualche casa automobilistica si è già autoregolamentata integrando nei propri spot dati sui consumi e sulle emissioni sperando di evitare norme più rigide ed obbligatorie.

Un commento su “Il Parlamento Europeo vuole pubblicità chiare

  1. bravo ferra! argomento interessante: le case automobilistiche sono disgustose. più disgustose di chi produce armi o sigarette…. peggiori perchè pervase da una ipocrisia imperante.
    spacciano per tecnologia, e la vendono a caro prezzo, scatole d’acciaio e plastica di una tonnellata (minimo) di peso, che bruciano combustibili fossili come se piovesse.
    spacciano per tecnologia qualcosa che è stata ormai superata da tutto: l’auto è MORTA. concettualmente, morta.
    rimane ideologicamente viva: fino a quando non ci accorgeremo che è un mezzo da perdenti, e la vorremo sempre più grossa per rimpinguare il nostro ego, le case automobilistiche saranno li a fotterci.
    grazie ferra e scusate lo sfogo.

Lascia un commento