In cerca di uno standard comune

Le mappe e le cartografie Europee, sono fatte seguendo criteri diversi da paese a paese, addirittura da regione a regione. In quest’era dove sembrano ridursi sempre più le differenze fra i paesi della Comunità Europea, la mancanza di standard comuni è un problema. Non si tratta di avere errori sul navigatore satellitare o di avere incongruenze sulle immagini di google-maps. La cartografia tecnica è molto ricca di dati e viene consultata per progettare grandi opere come ad esempio ferrovie. Con la mancata standardizzazione si vengono a creare dei paradossi cartografici come il restringimento di un fiume passando da un paese all’altro, o case sul confine di due regioni Italiane che hanno misure diverse a seconda della regione da cui le si misura. Soldi e risorse sono stati spesi per provare a uniformare questi dati che sono ancora abbastanza difficili da usare proprio perché non standardizzati. Speriamo che i dodici paesi Europei risolvano le discrepanze e inizino a parlare la stessa lingua, almeno per quello che riguarda la cartografia.

Lascia un commento