In difesa delle vocali negli sms

E’ ormai diffusa a livello mondiale la pratica di abbreviare, il più possibile i testi degli sms. Non rinunciando a comunicare nulla, la speculazione si fa principalmente sulle vocali ma anche troncando parole a metà. Come me, molte altre persone devono ragionare per capire frasi del tipo: “Xchè nn 6 venuto? Cmq se kiami t rixp” (tradotto: perché non sei venuto? Comunque se chiami ti rispondo). Questo degrado ortografico coinvolge più o meno tutte le lingue più diffuse, inglese e spagnolo in testa. per combattere questa perdita di identità grammaticale, nascono associazioni di “Amici delle vocali”. Esse sono d’accordo sul fatto che l’evoluzione della lingua è inevitabile, ma sono sicuramente contro questo degrado globale dell’ortografia.

Lascia un commento