Isoliamoci bene

Le spese energetiche in una casa o appartamento sono varie: luce, gas per cucinare e quello per il riscaldamento. Quest’ultimo pesa per più del 70% nel bilancio totale. Risulta matematicamente evidente che un risparmio anche minimo sul gas per scaldarsi, incide molto. Un buon isolamento dell’abitazione verso l’esterno, potrebbe ridurre di più della metà il consumo di metano. Abbattere il costo della bolletta è l’interesse primario, ma anche le emissioni in atmosfera verrebbero ridotte drasticamente. Nelle ristrutturazioni si tiene conto che serramenti e tetti sono i principali interessati nella dispersione energetica. Nelle nuove costruzioni invece si può fare molto di più! Con nessuna maggiorazione sul costo finale, si possono scegliere criteri e materiali che conferiscono alla casa finita una “classe energetica” tale da abbattere costi di consumi di gas. Il problema è che lo stato, nelle nuove costruzioni, dovrebbe imporre o quantomeno favorire defiscalizzando l’uso di questa bioedilizia e non limitarsi a incentivi sulle ristrutturazioni. Non che sia contrario a questi ultimi, ma credo si otterrebbe di più se gli stessi soldi si destinassero più alla radice del problema.

2 commenti su “Isoliamoci bene

  1. come al solito ferra sono d’accordo con te. mi permetto solo di aggiungere un paio di cose: per fare una cosa del tutto completa, lo Stato dovrebbe sovvenzionare non solo l’isolamento termico ma anche la produzione di energia ecologica. la casa del futuro (speriamo prossimo) deve fare sostanzialmente due cose: uno non consumare energia e due produrla! ecco che forse si potrebbe davvero smettere di pensare al nucleare.

Lascia un commento