L’alcol in bottiglia rigida

Con la bella stagione aumenta la frequenza di cucinare alla brace. In vacanza o a casa propria, si accende il barbecue o un semplice fuoco e si pasteggia con grigliate varie. Ma ogni anno sono in agguato gli incidenti, infatti non sono pochi che accendono il fuoco con l’aiuto dell’alcol denaturato. Il getto continuo che esce premendo la bottiglia, se diretto sulle fiamme, può causare l’esplosione della bottiglia stessa. E ogni anno non sono pochi gli infortuni riconducibili a questa dinamica. L’Unione Consumatori ha chiesto al Ministero dello Sviluppo Economico di imporre la vendita dell’alcol denaturato in bottiglie non comprimibili, in modo da scoraggiare la pratica di usarlo come attizzatore. Mi sembra una cosa abbastanza semplice da realizzare e senza ripercussioni di nessun tipo. Se le Associazioni dei Consumatori verranno ascoltate, vedremo presto cambiare i contenitori dell’alcol.

Lascia un commento