La grande soluzione per l’edilizia sarà nell’ultra piccolo

Mai come nei mesi appena passati si è fatta sentire la schiavitù a cui siamo soggetti dal petrolio. La totale dipendenza e le sue impennate dei costi hanno forse dato rilancio alla ricerca di nuove e più sostenibili fonti di energia. Non vedendo una rapida soluzione a breve termine, l’imperativo dei prossimi anni sarà di ridurre i consumi, evitare gli sprechi. Molto pesante nella bilancia dei rendimenti energetici è l’edilizia. La maggior parte degli Italiani vive in case costruite ignorando totalmente i criteri di risparmio energetico. Anche se molti con ristrutturazioni varie hanno tamponato gli sprechi, siamo lontani da quello che la tecnologia può offrire oggi o nell’immediato futuro. Materiali superleggeri e compositi ad alto rendimento, finestre con nano-rivestimenti capaci di intrappolare il caldo d’inverno e di respingerlo d’estate, vernici e rivestimenti in grado di catalizzare la luce solare in diverse forme di energia per la casa. Tutto frutto della ricerca sulle nano-tecnologie che già ad oggi ha fornito ottimi risultati. Proprio le nano-tecnologie potrebbero aiutarci a uscire da questa crisi energetica, riducendo la richiesta di quello che fino ad oggi è ancora l’indispensabile petrolio.
da hwgadget

Lascia un commento