La tecnologia per irrigare

Negli anni che verranno nel mondo dell’agricoltura, ma non solo, la parola d’ordine sarà risparmiare acqua. La tecnologia aiuterà non poco in questa missione ambientale facendoci risparmiare importanti quantità d’acqua. Impianti funzionanti grazie al calore del sole, riusciranno a togliere il sale dall’acqua marina, per irrigare serre istallate nel deserto. Altri dispositivi riusciranno a sfruttare la rugiada del mattino per soddisfare parzialmente il fabbisogno idrico degli ortaggi. Ma la novità più curiosa, sarà l’irrigazione “on demand”. Si provvederà a saziare la sete delle colture, solo in caso di necessità. Circuiti elettronici misurano la conduttività elettrica della pianta che è direttamente proporzionale al suo stato di idratazione. Se il valore scende troppo, parte la richiesta di irrigazione al contadino che provvedendo ripristinerà anche la conducibilità elettrica delle piante. Anche lo spessore delle foglie può essere analizzato da appositi sensori e dare una indicazione precisa del bisogno o meno che la pianta ha di liquidi. Questi sistemi ”on demand” faranno risparmiare veramente molta acqua, destinata ad essere sempre più scarsa e quindi più preziosa.

Lascia un commento