L’autosufficienza energetica da fonti rinnovabili

A Samso, un isola della Danimarca, è stata raggiunta la completa autosufficienza elettrica da fonti rinnovabili. Un progetto ambizioso nato nel 1997 ha portato in soli 10 anni a rendere neutro il bilancio di energia elettrica prodotta e consumata. Il governo danese ha trovato approvazione e collaborazione dagli abitanti dell’isola che hanno optato per l’energia eolica come fonte primaria. Con 11 turbine sulla terra ferma, a cui sono seguite altre 10 su un impianto off shore in mezzo al mare, hanno raggiunto l’obbiettivo di coprire il 100% dei consumi elettrici. Ma anche per l’energia termica sono quasi indipendenti, il 70% del fabbisogno di calore infatti, proviene da impianti di teleriscaldamento. Questi ricavano energia da oltre 2.500 metri quadrati di pannelli solari concentrati in grossi impianti e da centrali a biomasse. Dove la conformazione del territorio ha impedito che questi servizi potessero arrivare, ci hanno pensato i singoli cittadini, sostituendo impianti tradizionali con pannelli solari, pompe di calore geotermiche e piccoli generatori eolici. Un governo attento all’ambiente e i 4.300 abitanti dell’isola sensibilizzati alle energie sostenibili, hanno reso possibile questo progetto. Riconoscimenti internazionali ma soprattutto i risvolti positivi sull’economia locale con la creazione di diversi posti di lavoro, non sono sicuramente da tralasciare per quello che è diventato un bellissimo esempio di sostenibilità.

Un commento su “L’autosufficienza energetica da fonti rinnovabili

Lascia un commento