L’invasione degli alieni

L’invasione degli alieni è da diversi anni dilagante anche nelle nostre zone. Gli alieni in questo caso non provengono da altri pianeti, ma da altri territori del nostro stesso pianeta. Mi riferisco alle specie aliene non autoctone che si insediano e dilagano minacciando seriamente la fauna e la flora locale. Di queste invasioni c’è quella delle nutrie. Proveniente dal Sud America e importata in Italia per allevarle per la pelliccia, riesce a scappare dagli allevamenti e insediarsi nel territorio. Oppure la più recente invasione dei gamberi della Luisiana che hanno quasi estinto numerose specie di gamberi concorrenti. Anche Il mondo vegetale ha avuto i propri alieni, come la robinia introdotta dal Nord America per consolidare il terreno nei corsi d’acqua locali, ne sta invadendo le rive. Capita anche che l’uomo liberi un qualche animale esotico nel nostro ecosistema, dove potrebbe trovarsi fin troppo bene e proliferare liberamente come nel caso dei pappagalli di Roma. Tutte queste invasioni minacciano seriamente la biodiversità, tutti concordano sul bisogno di salvaguardarla ma anche controllando il traffico internazionale delle specie animali e vegetali, gli sforzi si rivelano insufficienti. Nell’immaginario collettivo gli alieni che temiamo vengono dallo spazio, ma dovremmo preoccuparci di più degli alieni che già ci circondano.

Lascia un commento