PIL e il benessere

bIl volontariato, il riciclare e l’autoproduzione sono tutte ottime attività, che sicuramente portano ad un miglioramento della qualità della vita all’interno della società, ad aumentare lo stato di benessere ma senza muovere grosse cifre economicamente parlando. Sono attività che non fanno girare l’economia, non fanno aumentare il Prodotto Interno Lordo al quale invece si fa riferimento per misurare lo stato di benessere di un paese. Il PIL aumenta con i consumi e col movimento del denaro, ma con esso spesso aumentano i rifiuti, gli sprechi e l’inquinamento.

Leggi tuttoPIL e il benessere

Cellulare del futuro

Come sarà il cellulare del futuro? Ogni tanto mi pongo il quesito. Ormai ci integrano di tutto: navigatori satellitari, televisori, fotocamere, lettori audio video e chi più ne ha, più ne metta. La miniaturizzazione della tecnologia porterà al cellulare talmente tanti opzional che farà assomigliare il nostro telefono a un gadget alla 007 piuttosto che un apparecchio per telefonare. Già si parla di un mini proiettore integrato che proietta su una superficie uno schermo di 20 pollici. Ma chi è che in tutta onestà ha sentito mai l’esigenza di avere

Leggi tuttoCellulare del futuro

Dumping

Con il termine Dumping si vuole esprimere la vendita di un bene o un servizio a uno stato estero, a un prezzo molto inferiore a quello dello stesso bene nel paese destinatario. Addirittura certe volte capita che sia inferiore anche del costo di produzione dello stesso bene. Con dei prezzi così stracciati eliminerebbero tutti i concorrenti, e provocherebbero perturbazioni economiche pesanti. Da qui nasce l’esigenza di una legge anti-dumping! Giusta e necessaria. L’Unione Europea ha smesso di finanziare sussidi alle esportazioni alimentari, che permettevano all’Unione Europea di vendere le sue surplus alimentari al sud del mondo a un prezzo stracciato. Non permetteva lo sviluppo agricolo locale condannandolo alla povertà.

Leggi tuttoDumping

Capacità di apprendimento

Mi è capitato di recente di frequentare dei corsi di studio per motivi di lavoro. Mi sono subito accorto che dopo circa un’ora di ascolto la mia attenzione iniziava gia a scendere. Eppure quando andavo a scuola, riuscivo a stare concentrato per molto tempo, anche se con magri risultati. E’ chiaro che la capacità di apprendere informazioni nuove è massima da piccoli e va a calare nel corso degli anni, ma se a 34 anni sono già a questo livello, ho di sicuro un futuro da vecchio ottuso. Sono anche convinto che sia molto legato all’allenamento. In questi ultimi dieci anni, di sicuro non mi sono “allenato” molto in questo senso e ora me ne accorgo veramente. Ci si disabitua

Leggi tuttoCapacità di apprendimento