Scoperte le basi segrete americane

Un amico mi ha segnalato una cosa assai curiosa. Una famosa app usata per registrare le sessioni di allenamento (strava), traccia percorsi e tempi dei suoi utenti. Ogni anno pubblica una mappa di tutti i tracciati con un codice colore che fa capire quanto è ‘frequentato’ un determinato percorso. Tutto in maniera anonima, ma fino a quando si guarda una città, si può magari capire quale è il percorso più ‘caldo’, dove magari fare incontri. A qualcuno è venuto però in mente di guardare in mezzo al nulla, dove non dovrebbe trovare nessun ‘tragitto’ per fare jogging e invece si trova che ci sono utenti (anonimi sicuramente) che corrono intorno a qualcosa in Siria o in Afghanistan. Ci è voluto poco a capire che gli utenti, probabilmente soldati, correvano intorno alla base. È vero che l’app ha la possibilità di non condividere la loro posizione ma evidentemente non tutti sono stati così sgamati. Così montagne di soldi per garantire la discrezione e poi una ingenuità simile manda tutto in fumo. Pensavano che mantenendo anonimi gli utenti non ci sarebbero stati problemi, e invece…

Lascia un commento