Vapore d’acqua: salvezza o maledizione

Il vapore d’acqua che è presente nell’aria è amato e odiato dagli scienziati che studiano il clima. Il vapore infatti in forma di nuvole basse, filtra e scherma la luce solare e genera rinfrescamento climatico. Anche l’evaporazione dal mare come processo, assorbe calore e quindi rinfresca. Lo stesso vapore d’acqua però, se raggiunge gli strati alti dell’atmosfera, funziona al contrario. Il caldo che la terra emette di riflesso è respinto a terra da questo potente gas serra. Quindi in alta quota si aggiunge alla CO2 e al metano e collabora ad innalzare la temperatura sulla terra. Dagli scarichi dei jet, ad esempio, esce oltre la CO2 anche una notevole quantità di vapore d’acqua (come in tutte le combustioni di quel tipo di combustibile). Mentre però al suolo il vapore potrebbe aiutare l’ambiente, in alta quota rischia di fare solo dei danni.

Lascia un commento